Quando il lobbying è shadow.
Il caso USA e una riflessione sull’Italia